Univideo U
Agenzia A
news

Rapporto Univideo 2021

21/05/2021



Mercato Audiovisivo Italiano: nel 2020 l'home entertainment ha sviluppato complessivamente un giro d'affari di 211,7 milioni di euro, con una contrazione del 17,2% rispetto al 2019.

PER LA PRIMA VOLTA IL DIGITALE CON IL 51,1% HA SUPERATO IN TERMINI DI FATTURATO (108,2 MILIONI DI EURO) IL PRODOTTO FISICO (103,5 MILIONI DI EURO), GRAZIE ANCHE ALLE CHIUSURE IMPOSTE DURANTE LA PANDEMIA CHE HANNO INCISO SIA SULLE VENDITE DI DVD E BLU-RAY (-68%) SIA SULLA MANCANZA DI NUOVI TITOLI (-29%). NEI PRIMI MESI DEL 2021 SI E’ PERO’ REGISTRATO UN RECUPERO NELLE VENDITE DI PRODOTTI FISICI TORNANDO AI LIVELLI PRE-PANDEMIA IL COVID 19 HA INFLUITO ANCHE SUI COMPORTAMENTI DEGLI ITALIANI RISPETTO AL LORO MODO DI INFORMARSI E FRUIRE DI CONTENUTI AUDIOVISIVI: E’ DI OLTRE 6 ORE AL GIORNO IL TEMPO DEDICATO ALLA FRUIZIONE ATTRAVERSO I MEDIA, CON UN RITORNO ALLA TELEVISIONE COME STRUMENTO PRINCIPALE, SEGUITO DAL WEB E ALTRI DEVICES E PIATTAFORME. CRESCE IN MANIERA CONSIDEREVOLE ANCHE LA FRUIZIONE DI VOD (video on demand), PRINCIPALMENTE TRAMITE SMART TV E TRA I CONTENUTI PREFERITI, SOPRATTUTTO NEI MESI DI LOCKDOWN, FILM E SERIE TV

Milano, 17 Maggio 2021 - Forse mai come nel 2020 e nei primi mesi del 2021 è importante comprendere come le famiglie italiane abbiano scelto di trascorrere il loro tempo dedicato all’intrattenimento domestico, al fine di avere una visione completa sul mutamento delle abitudini e dello stile di vita imposto dalla pandemia.

Per questa ragione, il Rapporto Univideo realizzato in collaborazione con GfK Italia, rappresenta uno strumento unico per fotografare l’evoluzione del mercato dell’Home Entertainment che nel 2020 ha sviluppato un volume d’affari pari a 211,7 milioni di euro, con una contrazione del 17,2% rispetto all’anno precedente.

Vediamo in dettaglio i principali numeri dell’audiovisivo in Italia: il prodotto fisico ha fatto registrare nel 2020 un fatturato pari a 103,5 milioni di euro, in calo principalmente a causa del lockdown rispetto all’anno precedente (154 milioni di euro) mentre per la prima volta il digitale con il 51,1% ha superato in termini di fatturato (108,2 milioni contro i 101,7 milioni dello scorso anno) l’home entertainment fisico (DVD e Blu-ray).

La decrescita della vendita del prodotto fisico è stata determinata anche da fattori quali il lockdown, con la chiusura forzata dei negozi e dei luoghi ove era possibile acquistare DVD e Blu-ray. Si sono così ridotti i momenti di shopping e la parziale chiusura anche dei punti vendita della distribuzione specializzata, principale canale fisico. Le serrande abbassate durante i weekend dei centri commerciali, inoltre, ha decisamente influito sui mancati acquisti di beni fisici che spesso sono frutto di una scelta d’impulso, tipica dello shopping domenicale: Inoltre la mancanza di titoli novità, determinata dalla limitata uscita di titoli cinematografici importanti a seguito delle chiusure delle sale cinematografiche, ha conseguentemente portato ad incidenza negativa sui trend dell’intero settore. Solo nei primi mesi del 2021 le vendite di prodotti fisici hanno iniziato a recuperare terreno, tornando ai livelli pre-pandemia.

Il costante evolversi delle tecnologie digitali e lo sviluppo delle piattaforme di streaming ha decisamente mutato lo scenario del mercato audiovisivo italiano. Le aziende che fanno parte di Univideo, ovvero la rappresentatività del settore dell’intrattenimento domestico in Italia, non solo si sono dimostrate attente alle evoluzioni del mercato, ma in molti casi hanno anticipato i tempi e disegnato nuovi scenari, e lo hanno fatto attraverso un costante adeguamento dell’offerta di contenuti sia su supporto fisico sia in forma digitale.

I vari periodi e livelli di lockdown hanno determinato uno stravolgimento della vita dei cittadini e delle famiglie italiane, e le varie attività che obbligatoriamente si sono dovute svolgere tra le pareti domestiche, lo SMART WORKING, la DAD, la cura parentale, la gestione generale si sono necessariamente alternate ai momenti di svago ed intrattenimento, con modelli di fruizione che hanno anche ristabilito (almeno temporaneamente) la gerarchia dei device, portando prepotentemente al centro della scena il televisore, quello che Arbore definì “ il nuovo focolare domestico” in tempi ormai lontani.

Questo ha consentito, anche durante il lungo periodo di lockdown del 2020, di offrire al grande pubblico intrattenimento di alta qualità, premiato da un allungamento del tempo medio giornaliero di fruizione dei contenuti audiovisivi, più di 6 ore al giorno, accedendo alla televisione generalista e tematica e ai media digitali. I Film e le serie tv sono stati i contenuti più ricercati e consumati dagli italiani, seguiti da Animazione e Sport e, prevalentemente, fruiti grazie alla sempre maggiore presenza di SMART TV nelle case

“Il rapporto Univideo, realizzato in collaborazione con GFK Italia contiene dati interessanti e significativi su entrambi i fronti dell’offerta e dei consumi di contenuti d’intrattenimento e culturali – spiega Pierluigi Bernasconi, Presidente di Univideo – si può sintetizzare dicendo che il settore presidiato dai nostri associati è in forte trasformazione, e che, al netto della temporanea situazione negativa determinata dalla pandemia, sia l’anima fisica che quella digitale dell’intrattenimento domestico, con le loro dinamiche differenti, danno impulso al rinnovamento dell’offerta e all’apertura da parte dell’Associazione a forme evolute di aggregazione a supporto di una industry importante e di alto valore per le famiglie, gli individui e la qualità della loro vita”.

Il Rapporto Univideo 2021 è disponibile in versione scaricabile nella sezione STUDI

altre notizie e comunicati

NOTORIOUS PICTURES entra in UNIVIDEO

Il Consiglio Direttivo dell’associazione ha deliberato ieri l’ingresso, come nuovo associato, di Notorious Pictures, azienda di riferimento in Italia nel settore entertainment per la produzione...
27/07/2021

Albino Sonato

Univideo con i propri Associati esprime il proprio cordoglio per la scomparsa di Albino Sonato, Storico Presidente del gruppo Euronics e Fondatore e Presidente dell'Associazione Aires. Una perso...
17/07/2021

RIDURRE IN VIA TRANSITORIA DAL 22% AL 10% L’IVA SU PRODOTTI AUDIOVISIVI E FONOGRAFICI

La proposta emendativa, promossa da una coalizione formata da Aires, Ali, Ancra, Asseprim, Fimi e Univideo, presentata all’esame del Parlamento per il decreto-legge “Sostegni-bis”, ha come o...
15/06/2021

PIERLUIGI BERNASCONI NUOVO PRESIDENTE DI UNIVIDEO

Milano, 10 Maggio 2021 - L’innovazione del prodotto audiovisivo, il mercato e la rappresentanza al centro di Univideo. Ha idee e obiettivi chiari Pierluigi Bernasconi, nominato oggi Presidente ...
11/05/2021

AL VIA LA TERZA EDIZIONE DEI DIGITAL MOVIE DAYS

Dal 23 Ottobre al 2 Novembre al via la “festa” del digitale: 120 titoli di film, tra novità e catalogo, in vendita sulle piattaforme online a 4,99 euro L’iniziativa promossa da Univ...
21/10/2020

UNIVIDEO E FELTRINELLI INSIEME PER RIPORTARE LE PERSONE NEI NEGOZI E INCENTIVARE I CONSUMI

Al via sino al 31 ottobre una campagna nazionale che prevede, acquistando un qualsiasi prodotto DVD, BLU-RAY, 4K Ultra HD presso un punto vendita Feltrinelli e online su laFeltrinelli.it, la messa ...
25/09/2020

MERCATO AUDIOVISIVO ITALIANO: RAPPORTO UNIVIDEO 2020

MERCATO AUDIOVISIVO ITALIANO: NEL 2019 L’HOME ENTERTAINMENT HA SVILUPPATO COMPLESSIVAMENTE UN GIRO D’AFFARI DI 255,6 MILIONI DI EURO, CON UNA CONTRAZIONE DELL’11,5% RISPETTO AL 2018. IN CONT...
27/07/2020

PER SOSTENERE L’EDITORIA AUDIOVISIVA SERVE AL PIU’ PRESTO CHE DVD, BLU-RAY E 4K ULTRA HD POSSANO

Per sostenere l'Editoria Audiovisiva serve al più presto che DVD, Blu-ray e 4K ultra HD possano tornare ad essere acquistati dagli italiani. In una lettera indirizzata al Governo, Loren...
14/05/2020

IL MURO CHE EMOZIONA: GRAZIE A DVD E BLU-RAY

Al via da oggi e per tutto il periodo natalizio una campagna di comunicazione video promossa da Univideo in collaborazione con IED - Istituto Europeo di Design, veicolata attraverso i canali social...
06/12/2019

Riparte “Rispettiamo la Creatività”, da quest’anno la campagna arriva anche nei Licei

A scuola si torna a parlare di tutela del mondo creativo! La campagna educativa “Rispettiamo la Creatività”, giunta alla sua ottava edizione, ad oggi ha coinvolto 140.000 stu...
20/02/2019